PRATICA DI DETRAZIONE         FISCALE DEL 65%

Eseguiamo pratiche per poter ottenere l'incentivo che restituisce, in 5 o 10 anni, tramite detrazione dall'Irpef o dall'Ires, il 65% di quanto speso per migliorare gli impianti energetici e di calore nelle case e realizzare diversi altri tipi di interventi. 

Possono beneficiare dell'incentivo Le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni; i contribuenti che conseguono reddito d’impresa; le associazioni tra professionisti; gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale purché siano soggetti al pagamento dell'Ires 

Possono fruire dell’agevolazione anche i titolari di un diritto reale sull’immobile; i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali; gli inquilini; i familiari del possessore. 

Gli interventi devono essere eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o su parti di edifici) esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali (per l’attività d’impresa o professionale). Non sono agevolabili, quindi, le spese effettuate in corso di costruzione.

La proposta è costituita da:

 

diagnosi energetica del fabbricato, ove necessario (a seconda del tipo di intervento di risparmio energetico); 

 

raccolta dati anagrafici fabbricato e richiedente;

raccolta documentazione inerente l'intervento tra cui: o fatture e relative ricevute di pagamento di compensi sia per prestazioni d'opera edili e/o impiantistiche che per compensi di attività di natura professionale; o certificazioni componenti/impianti o eventuale asseverazione; 

 

caricamento dati su software ENEA per ottenimento relativo codice di attribuzione - CPID.